Riservato esclusivamente a investitori professionali e, in Svizzera, a investitori qualificati.
Italiano
  • Francese
  • Inglese
  • Italiano
it
  • fr
  • en
  • it
Filtra per tema
Filtra per data
Filtra per boutique
Filtra per tema
Filtra per data
Filtra per boutique
No posts matching your criteria
Cancella tema
Cancella tutto
No posts matching your criteria
Cancella data
Cancella tutto
No posts matching your criteria
Cancella boutique
Cancella tutto
Riservato esclusivamente a investitori professionali e, in Svizzera, a investitori qualificati.
Italiano
  • Francese
  • Inglese
  • Italiano
it
  • fr
  • en
  • it
© 2019. BNY Mellon Investment Management International Limited. Tutti i diritti sono riservati.
IDEE E CONTENUTI PER ISPIRARE I VOSTRI INVESTIMENTI
15 Marzo 2018

I prezzi dei vestiti nel Regno Unito sono aumentati o diminuiti negli ultimi 10 anni?

La maggior parte delle persone potrebbe pensare che la risposta sia semplice: basta guardare all’inflazione. Ma non tutti i calcoli dei tassi di inflazione sono uguali. Si possono utilizzare diverse formule per calcolare le variazioni di prezzo e, di conseguenza, giungere a conclusioni diverse.

 

L’indice dei prezzi al dettaglio (RPI) del Regno Unito differisce dall’indice dei prezzi al consumo (CPI), in quanto l’RPI include i costi di alloggio sotto forma di tasse comunali e pagamenti di interessi ipotecari, ma le differenze tra i due indici sono più profonde di questa. Ad esempio, quando si confrontano i prezzi di abbigliamento e calzature negli ultimi venti anni, sia l’IPC che l’RPI mostrano che i prezzi diminuiscono durante i primi dieci anni, ma per i successivi dieci anni appare una chiara divergenza.

 

La ragione di questa disparità si riduce al metodo di calcolo. L’indice RPI utilizza la formula “Carli” per circa il 30% dei prezzi che misura (compresi abbigliamento e calzature), una metodologia che è stata precedentemente criticata per aver introdotto una distorsione verso l’alto dei dati sull’inflazione. Ma anche il calo iniziale è discutibile! La Bank of England (BoE) ha dichiarato che l’inflazione annuale CPI potrebbe essere stata sottopesata fino al 0,3% all’anno tra il 1997 e il 2009 a causa del calcolo dei saldi stagionali di abbigliamento e calzature senza che venissero poi ricalcolati a prezzi normali al termine dei saldi. Ciò ha portato ad un cambiamento nella metodologia di calcolo, che è stata introdotta all’inizio del 2010.

 

Con l’inflazione al limite della soglia di tolleranza della BoE, il Comitato per la Politica Monetaria dovrà esprimere un giudizio su quanto rapidamente devono aumentare i tassi di interesse. Comprendere queste complessità della misurazione dell’inflazione è una parte fondamentale del loro ruolo.

 

David Hooker, Fund Manager – Insight (BNY Mellon)

Si prega di notare che il contenuto di questo sito web è riservato ad Investitori Professionali e deve essere condiviso in modo responsabile. Nessuna altra persona dovrebbe fare affidamento sulle informazioni contenute in questo sito web.

 

I gestori sono nominati da BNY Mellon Investment Management EMEA Limited o dalle società affiliate per svolgere servizi di gestione dei portafogli relativamente ai prodotti e ai servizi offerti sottoscritti dagli investitori con BNY Mellon Investment Management EMEA Limited e per i fondi BNY Mellon.

Iscriviti agli aggiornamenti