Agents of Change

Agents of change:
Fast Facts

Sette tendenze che stanno trasformando il mondo e il modo in cui influenzeranno il future panorama degli investimenti.

Intelligenza Artificiale

La lunga marcia della Cina

La Cina occupa oggi il 40% di tutti gli scienziati al mondo specializzati in intelligenza artificiale, e ospita cinque delle dieci startup hi-tech più valutate. La Cina si sta affermando come una potenza globale sulle nuove frontiere dell’età digitale. Ma altri dati mostrano che vi sono anche altri nuovi sfidanti pronti a superare i Paesi avanzati. Nel 2015, ad esempio, l’India ha rimpiazzato gli USA come seconda più ampia popolazione di utenti internet dopo la Cina. L’India sta anche raggiungendo i vertici della classifica globale sia per numero di utenti di smartphone sia per numero di vendite di e-commerce effettuate tramite dispositivi mobili.

Metà delle più grandi startup hi-tech sono cinesi

Fonte: Techcrunch, 25 settembre 2017

Consumi

Un’ondata di avocado

L’aumento di prosperità e di consume discrezionali, e le nuove tendenze per un’alimentazione sana, stanno modificando profondamente le abitudini di spesa a livello globale.
Consideriamo la crescente popolarità di “supercibi” come gli avocado. Tra il 2013 e il 2016, le vendite globali di avocado sono aumentate del 15,2% a livello annuo in media, con la produzione globale ai livelli più alti di tutti i temi con 5,57 milioni di tonnellate nel 2016.
Il Messico è uno dei Paesi che ne ha tratto i maggiori benefici. Conta per almeno la metà delle esportazioni di avocado e punta ad aumentare le vendite alla Cina e a soddisfare la crescente domanda da parte dei consumatori della classe media.

Produzione globale di avocado dal 2000 al 2016 (in milioni di tonnellate)

Fonte: Statistica, 29 giugno 2018.

Sanità

Malattie: quando lo stile di vita uccide

Man mano che i Paesi si sviluppano, così cambiano le cause di mortalità della popolazione. Oggi, oltre la metà delle morti e delle disabilità sui mercati emergenti derivano da malattie legate allo stile di vita, come gli infarti e il diabete
Le malattie associate allo stile di vita (come gli infarti, le disfunzioni cardiache, l’obesità e il diabete di tipo 2) sono in aumento da anni nei mercati emergenti. Secondo il report dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) 10 years in public health 2007-2017, il numero di adulti con diabete in tutto il mondo è quadruplicato dal 1980. Come l’obesità, anche il diabete è in aumento soprattutto nelle città con un reddito pro-capite di basso-medio livello, secondo il report.
La regione Asia Pacifico è generalmente considerata l’epicentro della crisi del diabete. Qui le persone si ammalano prima, peggiorano e muoiono prima rispetto alle controparti in altre zone del mondo. Ci sono prove crescenti che i corpi abituati sin dalla gestazione o dalla prima infanzia a sopravvivere con bassi apporti calorici presentano un metabolismo che difficilmente riesce ad adattarsi anche a un modesto aumento dell’apporto calorico. Alcuni ricercatori ritengono che questa sia una delle ragioni per cui le persone in India e in Cina sviluppano il diabete circa dieci anni prima rispetto a chi nasce in Europa, e possono ammalarsi anche in seguito a un aumento di peso solamente lieve.
Secondo l’OMS, in alcuni dei Paesi più popolosi dell’Asia, una generazione che è cresciuta in povertà rurale, con poco da mangiare e duri lavori manuali, oggi vive in appartamenti urbani, con impieghi sedentari e un’alimentazione ricca di calorie a buon mercato. Di conseguenza, milioni di persone sollevate dalla povertà per unirsi alla classe media in espansione, si trovano oggi intrappolate nella miseria del diabete e in tutte le sue costose complicazioni.
Per le società globali della sanità, la crescente prevalenza di malattie legate allo stile di vita, come il diabete, rappresenta una sfida immensa. Guiderà le azioni dei governi, le abitudini di spesa e le decisioni d’investimento nei decenni a venire.

Malattie collegate allo stile di vita e il loro impatto crescente sulla salute delle famiglie a basso reddito

Fonte: Statistica, 29 giugno 2018.

Veicoli elettrici

L’importanza cruciale
del Litio

Il litio è un componente essenziale nelle batterie che alimentano i veicoli elettrici e gli smartphone.
La produzione odierna di litio a livello globale è altamente concentrata, sia in termini geografici sia di proprietà. Soltanto cinque aziende al mondo – tre in Cile, una in Argentina e una in Australia – generano l’85% dell’offerta mondiale di litio2. Dato l’aumento atteso nella domanda di batterie (non ultimo da parte dei produttori di automobili, in vista dell’aumento delle vendite di veicoli elettrici), il collo di bottiglia dal lato della fornitura potrebbe avere conseguenze importanti sui prezzi, sulla distribuzione e sull’accessibilità di questa importante materia prima.

Previsioni di vendita dei veicoli elettrici da parte dei principali produttori mondiali

  • Construttore
    Comunicazioni
  • BMW
    0,1 milioni di auto elettriche vendute nel 2017 e il 15-20% delle vendite totali del gruppo BMW entro il 2025
  • Chevrolet (GM)
    30 mila vendite annuali di auto elettriche entro il 2017
  • Chinese OEMs
    4,52 milioni di vendite annuali di auto elettriche entro il 2020
  • Daimler
    0.1 milioni di vendite annuali di auto elettriche entro il 2020
  • Ford
    13 nuovi modelli entro il 2020
  • Honda
    2/3 delle vendite del 2030 saranno di veicoli elettrici (compresi ibridi, PHEVs, BEVs e FCEVs)
  • Renault-Nissan
    1,5 milioni di vendite complessive di auto elettriche entro il 2020
  • Tesla
    0,5 milioni di vendite annue di auto elettriche entro il 2018; 1 milione di vendite annue di auto elettriche entro il 2020
  • Volkswagen
    2-3 milioni di vendite annuali di auto elettriche entro il 2025
  • Volvo
    1 milione di vendite complessive di auto elettriche entro il 2025

Fonti: International Energy Agency, Global EV Outlook 2017, aprile 2017. Nota: Gli OEM cinesi includono BYD, le fabbriche BJEV-BAIC Changzhou e BJEV-BAIC Qingdao, JAC Motors, SAIC Motor, Great Wall Motor, le fabbriche GEELY Auto Yiwu, GEELY Auto Hangzhou e GEELY Auto Nanchong, Chery New Energy, Changan Automobile, GAC Group, Jiangling Motors, Lifan Auto, MIN AN Auto, Wanxiang Group, YUDO Auto, Chongqing Sokon Industrial Group, ZTE, National Electric Vehicle, LeSEE, NextEV, Chehejia, SINGULATO Motors, Ai Chi Yi Wei e WM Motor.

Smartphone

Un supercomputer in
ogni tasca

Nel 1985, il Cray-2 era il supercomputer più potente al mondo. Oggi, un singolo Apple iPhone 5 ha 2,7 volte il suo potere di calcolo.
La diffusione degli smartphone, in particolare sui mercati emergenti, ha dato uno stimolo all’istruzione, ha accelerato la diffusione delle notizie e ha permesso alle aziende di “scavalcare” i competitor globali, circumvenendo alla necessità di infrastrutture tradizionali che altrimenti sarebbero state molto costose.
L’Indonesia è un Paese che sembra ben posizionato per beneficiare del boom degli smartphone. I cittadini spendono più tempo di qualsiasi altra popolazione controllando i propri cellulari – un fatto tutt’altro che sorprendente, se si considera che l’età media indonesiana è tra le più basse al mondo. Inoltre, l’Indonesia ha registrato un rapido aumento del numero di start-up che provano a capitalizzare il potenziale degli smartphone in un’economia in crescita. Di fatto, l’Indonesia conta già oggi quattro “unicorni” (start-up con una valutazione stimata superiore a 1 miliardo di dollari) che non sono ancora quotati sul mercato azionario: la società di mobilità Go-Jek, il sito di viaggi Traveloka e i siti di e-commerce Bukalapak e Tokopedia.

Minuti medi al giorno in app (Adroid)

Fonte: Business Insider, al gennaio 2018.

Commercio

L’aumento delle tensioni commerciali internazionali
hanno scatenato la corsa alla produzione locale di terre rare.

Le terre rare – un gruppo di 17 elementi chimicamente molto simili tra loro – sono cruciali nella produzione di magneti high-tech, catalizzatori, leghe metalliche, componenti elettronici, pannelli per display, vetri e ceramiche. La Cina oggi genera il 95% della produzione globale di terre rare.
In un contesto di calo dell’offerta, tensioni politiche e aumento dei prezzi, Paesi come l’Australia, la Russia, il Brasile, il Canada, il Burundi e la Tanzania hanno messo in cantiere progetti produttivi che entreranno in funzione entro il 2027.
Tra le terre rare, il neodimio e il praseodimio sono elementi ritenuti particolarmente importanti. Utilizzati nella manifattura di leghe magnetiche permanenti, la loro applicazione più ovvia è nell’ambito dei motori per i veicoli elettrici o ibridi. Nel 2017, la domanda di neodimio e di praseodimio ha rappresentato il 14% della domanda totale per gli elementi rari, e potrebbe crescere sino al 24% entro il 2027².

Distribuzione e produzione globale di elementi rari nel 2015

Fonte: MDPI: ‘Global Potential of Rare Earth Resources and Rare Earth Demand from Clean Technologies’, ottobre 2017. Nota: REO si riferisce agli ossidi delle terre rare.

Infrastrutture

Un futuro in 5G

Con la proliferazione di nuove applicazioni software che consumano ancor più dati web, le infrastrutture comunicative attuali hanno bisogno di un upgrade – e in fretta!
Se il 3G era per le foto, e il 4G per i video, il 5G sarà tutto per la connettività. Da qui al 2022, le stime mostrano un aumento pari a 10 volte del traffico dati video per gli smartphone, un aumento di 5 volte del traffico dati audio e un aumento di 6 volte per i social network. Tale incremento guiderà la spinta per il 5G.
L’aumento dei consumi di dati è stato sinora negativo per le società di telecomunicazioni, che hanno dovuto investire sempre di più nelle infrastrutture ma non sono state in grado di aumentare i prezzi perché i consumatori non sono disposti a pagare di più per avere accesso a più dati.
D’altro canto, la rete 5G sarà la spina dorsale dei droni, della cyber security e dei veicoli autonomi. Potrebbe permettere alle società del settore di modificare i prezzi, man mano che i consumatori richiedono l’accesso a reti di qualità superiore.

La fine del 4G

• La rete 4G rischia di essere soffocata dall’imminente ondata di oggetti e persone connesse. Lo spettro attuale è già saturo, e farà fatica a soddisfare le nuove applicazioni che richiedono sempre più dati, come la realtà aumentata.
• Il passaggio dalla rete cellulare al wifi non è continuo
• La latenza del segnale è significativa, ed è pari o superiore a 10 millisecondi. Questo potrebbe rappresentare un problema per alcune nuove applicazioni, come quelle che guidano le auto autonome, che hanno bisogno di un trasferimento dati istantaneo per ragioni di sicurezza.
• L’infrastruttura 4G non è efficiente in termini energetici: i tempi di inattività delle stazioni base non sono ottimizzati, e le funzionalità inutilizzate consumano comunque potenza.
• Relativamente insicura: l’approccio frammentato ha fatto sì che la sicurezza si sia evoluta come un addendum, anziché essere una parte inerente del design sin dal principio than being an inherent part of the design from the start
Fonte: European Commission, al 4 luglio 2018

Fonti:

1 “Tech unicorns” sono start-up con una valutazione stimata superiore a 1 miliardo di dollari.

2 Roskill: ‘Rare Earths, Global Industry, Markets & Outlook 2017’, novembre 2017.

AB00167-019

Condividi questo contenuto :